Pasticceria La Portineria, Roma

Anche se la Pasticceria La Portinera a Roma è oramai più che blasonata, sento lo stesso il bisogno di scrivere questo post.

Il motivo è semplice: sono ancora tanti romani, turisti e forestieri che ancora non conoscono il lungo bancone di godurie che escono dalle mani del pasticciere Gian Luca Forino (che spesso mi capita di scorgere in laboratorio intento a lavorare i suoi impasti, ma è facile anche incontrarlo al banco a dare spiegazioni sulle torte).

In via Reggio Emilia (tra Porta Pia e il Quartiere Coppedè, a pochi passi dal museo Macro) si nasconde infatti una piccola e anonima entrata che al suo interno custodisce dolcezza e bellezza, dal gusto sempre originale, mai stucchevole.

Continua a leggere

Annunci

Le migliori gelaterie a Roma… sempre secondo me

Faccio una premessa: tra dolce e salato preferisco sempre il salato, mangio il gelato solo d’estate e non amo in generale i dolci troppo zuccherati. Per cui negli indirizzi che sto per segnalare troverete le migliori gelaterie di Roma secondo il mio gusto che è basato su:

  • Una predilezione per i gelati a gusto crema (su tutti caffè, fior di latte, nocciola, cioccolato amaro)
  • Scarso amore per coloranti, conservanti e sapori chimici in generale
  • Buon rapporto qualità, quantità e prezzo (perché il gelato buono deve costare un occhio ed essere venduto a misere palline?)

Neve di Latte – via Luigi Poletti 6

La prima cosa che vedrete (a parte la fila fuori per il gelato) è una lista degli ingredienti brevissima.

Ma fin qui siamo in perfetto stile gastrofighetto come adesso va di moda. La verità però è che il gelato di Neve di Latte è ottimo perché oltre ad essere di qualità negli ingredienti è lavorato benissimo.

Cremoso ma non troppo, saporitissimo in modo naturale. Non mi stufa mai, il mio gusto prediletto è il caffè Arabica, ma non si scherza nemmeno con il cioccolato e i gusti alla frutta.

Post Scriptum: il pistacchio (ottimo) viene dalla Basilicata, perché ogni tanto chiedetevi da dove arriva tutto quel Pistacchio di Bronte in pasticceria…

Otaleg Portuense – Viale dei Colli Portuensi 594

Conosciuto come la gelateria acquario visto che il laboratorio è completamente a vista, Otaleg prepara un gelato che definirei sobrio, perfettamente in linea con quello che piace a me (e potrebbe piacere anche a voi).

Denso nella consistenza (l’addensante è la farina di semi di carrube), molto legato alla stagionalità nei gusti, propone anche alcuni gelati salati da pasto ottimi accanto ai formaggi. Il più caro probabilmente della classifica.

Prezzo: 25 al kg se non sbaglio, ma con possibilità di cono piccolo ad un gusto ad 1,50.

Nero Vaniglia – Circonvallazione Ostiense 201

Vi ho già parlato dell’ottima pasticceria Nero Vaniglia, ora è il turno del gelato fresco e leggero come i gusti fragola e fior di latte di bufala. L’idea geniale per il pranzo è il gelato burger oltre la solita brioches. Il tutto si può ordinare anche direttamente a casa.

Prezzo: forse nel rapporto quantità prezzo è il più penalizzante sulla coppetta, da asporto costa 22 euro al kg.

Cremeria Artigianale Family Monteverde – Via Raffaele Paolucci 3/4

Una scoperta sensazionale nel quartiere Monteverde, le torte semifreddo della gelateria Family al gusto fragola oppure l’incredibile tiramisù in barattolo con biscotto tutto rigorosamente fatto in casa. Gelateria di quartiere, accogliente e affollata ma tutti sempre molto gentili.

Gelateria Gori Montesacro – Piazza Menenio Agrippa 8/B

Questa gelateria famosissima per il suo banco dei gusti al cioccolato a me personalmente è piaciuta di più per i gusti alla frutta. Ottimi i gusti pera e cannella, personale gentilissimo.

Gelateria Lait Eataly Roma Ostiense

I gusti fior di latte e caffè di Lait li trovo molto buoni, anche questo da annoverare tra quelli che non mi stufano anche se forse hanno un po’ più di zucchero in più rispetto a mio standard. Comunque è un buon compromesso anche per il prezzo.

Prezzo: con 2,20 si porta a casa un cono da due gusti più che dignitoso, al kg costa 19 euro.

Nero Vaniglia, finalmente ho trovato la mia pasticceria di quartiere

Percorrendo la Circonvallazione Ostiense direzione Garbatella ponte Spizzichino, passavo continuamente davanti ad un’insegna Pasticceria senza intuirne il nome.

Una calda mattina di giugno finalmente mi sono fermata e nonostante l’invitante bancone di mignon, presa dal caldo, ho mangiato un gelato alla fragola e fior di bufala. Buonissimo. La fragola è freschissima e il fior di bufala saporito ma per niente pesante. Gelato delicato che quando hai finito di mangiarlo ne chiedi ancora e non perché ci sia qualche strano additivo dentro, ma perché è talmente leggero che non stufa per niente.

Continua a leggere