Cesare al Casaletto, la mia trattoria romana

E’ da quando vivo a Roma, cioè dal 2013 che frequento questa trattoria romana dall’atmosfera sobria ma perfettamente conviviale dove si mangia benissimo.

In menu c’è gran parte della tradizione romana, con qualche aggiunta di stagione e con un buon riferimento ai piatti di pesce.

Sto parlando di Cesare al Casaletto, proprio alla fine della via Gianicolense superato il quartiere Monteverde.

Continua a leggere

Annunci

Yaluz, cucina di vicinato al box 30 del mercato di Garbatella

Nel mercato di Garbatella, quello a pochi metri dalla Circonvallazione Ostiense, tra le vecchie baracche finalmente qualcosa di nuovo: si chiama Yaluz, nuova cucina di vicinato, ed è prima di tutto un luogo di incontro profumato e colorato, dove ad accogliervi c’è il sorriso di Matteo.

yaluz-roma

Subito dopo il vostro sguardo sarà immediatamente rapito da una serie di sfizi nati dal connubio tra cucina napoletana (Matteo ha origini campane), romana ed etnica.

Involtino di verza con riso peruviano giace fiero accanto alla pizza di scarole o alla frittata di maccheroni.

Contorni di ogni tipo, tortini e assaggini vari: potete organizzarvi uno spuntino, un take away, una pausa pranzo e il venerdì anche l’aperitivo.

Il nome Yaluz è il mix dei nomi delle figlie di Matteo che si chiamano Maya e MariLuz.

Un ombrellone e qualche sparuto tavolino si fanno largo tra i banchi del mercato. Le cotture sono leggerissime, i piatti saporiti e i prezzi onesti: c’è tanto lavoro dietro piccoli bocconi di prelibatezza.
Andate a trovare Matteo al box 30 Mercato Garbatella via di Santa Galla.

Stazione di Posta al Testaccio

MARCO MARTINI HA LASCIATO STAZIONE DI POSTA PER INIZIARE LA SUA ATTIVITA’ PRESSO THE CORNER. LO CHEF ATTUALE E’ LUIGI NASTRI

stazione posta roma

Sono stata tre volte in questo tranquillo angolo di Roma, nell’ex macello di Testaccio, quartiere in continuo fermento, e lo consiglio vivamente soprattutto per l’atmosfera. Stazione di Posta è aperto a pranzo e a cena, è il posto ideale per un aperitivo in una bella sala rustica arredata con gusto e lo spazio all’aperto per le sere d’estate.

La prima volta ho avuto modo di degustare una ricca colazione a base di torte e caffè, poi un intervallo di mezza mattinata con pani, salumi e formaggi, per finire con un il pranzo a base di finger food e piatti mediterranei (cus cus, lasagne di verdure, bruschette, insalata di patate).

Normalmente invece si mangia ordinando da 1 a 3 piatti, un solo piatto 15 euro, due piatti 20 euro, 3 piatti 25 euro, bibite e dolci esclusi (ma acqua inclusa).

Di fatto conviene mangiare 3 portate, la qualità è buona, cucina romana un po’ alleggerita e con un occhio alle verdure di stagione. Io ho provato l’amatriciana, sugo saporito ma per niente pesante. Siamo all’interno dell’area della Città dell’altra economia, quindi le materie prime sono attentamente selezionate.

L’ultima volta ho cenato con un gruppo di amiche con il menu degustazione di Marco Martini assaggiando alcune delle sue storiche specialità: l’origine della carbonara, l’aglio e olio di mare, il maialino mela patate e senape. Tutto davvero ottimo.

Stazione di Posta, Largo Dino Frisullo, Roma; Tel. 065743548 – 3451705265