Bishoku Kobo, ristorante giapponese buono a Roma Ostiense

Chi mi conosce sa benissimo che non sono una frequentatrice dei ristoranti giapponesi, anzi normalmente li evito accuratamente. Di rado ho fatto eccezione, credo 5-6 volte tra Roma e Milano, e un paio certamente pentendomene.

Dove invece di sicuro tornerò è al ristorante giapponese Bishoku Kobo che si trova a Roma in via Ostiense.

Continua a leggere

Ilios il gyros pita che mangio a Roma

Sarà che è a due passi da casa mia, sarà perché i ragazzi che lo gestiscono sono gentilissimi, ma quel che è certo è che il gyros pita di Ilios a Roma San Paolo è uno dei più buoni che abbia mai mangiato (e non solo nella Capitale).

Intanto il gyros è di carne fresca di maiale con arista alternata a pancetta, succulento, mai secco e sempre al punto giusto di cottura. Il pane pita è morbiso ben riscaldato e ricco di condimento tra carne una fetta di pomodoro, patatine (fresche tagliate a mano), cipolla e tzatziky (ma si può combinare con diverse variazioni, tipo cetriolo, salsa di melanzane o vegetariano con il formaggio feta al posto della carne).

Insomma sono 4,50 di pura goduria, anche la grandezza è perfetta ma se siete particolarmente esigenti con un euro in più potete avere la doppia pita (che ha il doppio del pane ma chiaramente non il doppio della carne).

ilios roma gyros pita

Ilios Gyros Pita Roma San Paolo

Non mancano altre proposte tipiche greche (i titolari Andrea e Roberta sono italiani, ma ci tornano almeno una volta l’anno) tra cui l’imperdibile moussaka, l’insalata greca, gli involtini di vite (dolmades) e i dolci tipici.

Però vi dico: se venite fin qui solo appositamente prendete il pita gyros è troppo troppo buono.

Il locale che prima era solo take away recentemente si è ampliato permettendo almeno ad una quindicina di persone di stare sedute.

Per consultare il menu andate sul sito www.iliospita.it

Ilios Pita Roma Via Gaspare Gozzi 93, metro San Paolo

Yaluz, cucina di vicinato al box 30 del mercato di Garbatella

Nel mercato di Garbatella, quello a pochi metri dalla Circonvallazione Ostiense, tra le vecchie baracche finalmente qualcosa di nuovo: si chiama Yaluz, nuova cucina di vicinato, ed è prima di tutto un luogo di incontro profumato e colorato, dove ad accogliervi c’è il sorriso di Matteo.

yaluz-roma

Subito dopo il vostro sguardo sarà immediatamente rapito da una serie di sfizi nati dal connubio tra cucina napoletana (Matteo ha origini campane), romana ed etnica.

Involtino di verza con riso peruviano giace fiero accanto alla pizza di scarole o alla frittata di maccheroni.

Contorni di ogni tipo, tortini e assaggini vari: potete organizzarvi uno spuntino, un take away, una pausa pranzo e il venerdì anche l’aperitivo.

Il nome Yaluz è il mix dei nomi delle figlie di Matteo che si chiamano Maya e MariLuz.

Un ombrellone e qualche sparuto tavolino si fanno largo tra i banchi del mercato. Le cotture sono leggerissime, i piatti saporiti e i prezzi onesti: c’è tanto lavoro dietro piccoli bocconi di prelibatezza.
Andate a trovare Matteo al box 30 Mercato Garbatella via di Santa Galla.