Zeppole fritte o graffe, ricetta di mamma

Anche noi come tutte le famiglie italiane il giorno di San Giuseppe 2020 siamo rimasti senza zeppole.

Poco male, abbiamo rimediato con un’alternativa, non proprio la ricetta del bignè.

Abbiamo fatto le zeppole o graffe fritte con la ricetta di mamma ereditata da zia Mimma.

Zeppoline fritte

Dosi per 20 zeppoline medio piccole

  • 250 gr di farina 0 o 00
  • Mezzo lievito.
  • 1 uovo
  • 50 gr di burro o magrarina
  • Mezzo cucchiaio di zucchero
  • Mezzo cucchiaino di sale
  • Mezza stecca di vaniglia
  • Mezzo bicchiere di acqua o acqua e latte

Lavorare gli ingeredienti tutti assieme ottenendo un impasto liscio che si stacca dalle mani.

Per far venire ancora più morbido l’impasto sbattetelo e poi fatelo riposare almeno 10 minuti.

Friggere in olio d’oliva, per friggerle al meglio immergetele in olio bollente, vedrete che rimarranno dorate e asciutte.

Una volta fritte pssate le zeppoline in zucchero grosso.

Buone zeppole a tutti :-D.

Sciauru, lo zafferano di Sicilia

Ho conosciuto Dario Elia (agronomo esperto in consumo consapevole e valorizzazione dei prodotti locali ) quando lavoravo per la rivista Vie del Gusto e avevo raccontato del bellissimo progetto Squicity, l’e-commerce food a km0 attivo tra le province di Roma e Viterbo.

Adesso mi trovo a raccontare di un altro suo bellissimo progetto, questa volta nato e cresciuto in Sicilia la terra d’origine di Dario.

Parlo dell’Azienda Agricola Sciauru Aromi di Sicilia di Caltagirone (Ct), piccola realtà specializzata nella coltivazione di zafferano.

Continua a leggere

Lacrimi Si Sfinti, mangiare veramente bene a Bucarest

Bucarest è una città molto visitata ultimamente anche se a dire il vero non ho trovato particolare bellezza.

Tutto è ancora molto fatiscente e tantissimi italiani vanno lì per una presunta movida.

Detto questo ho trovato una piccola oasi di ottimo cibo e cortesia proprio nel turisticissimo centro della città.

Continua a leggere