Ricetta del pesto fatto in casa, prima che la stagione del basilico finisca

Siamo agli sgoccioli per quanto riguarda i prodotti estivi, e uno dei piatti di cui noi non riesco a fare a meno è il pesto.

Per questo motivo ho individuato subito uno spacciatore di basilico a Roma (ma al sud sarà molto più semplice, ci sono un sacco di campi di basilico intorno al Vesuvio ad esempio), ho comprato 3 mazzetti di pesto e ho fatto un’abbondante razione di pesto fresco adatta a 4 persone per condire un bel piatto di linguine.
Andiamo a vedere i dettagli e se cercate la perfezione del pesto ligure cambiate post.

Ingredienti per 4 persone

– 250 gr di foglie basilico (tre mazzetti grandi dal fruttivendolo)
– 100 gr di pecorino
– 100 gr di parmigiano stagionato
– 1/2 spicchio di aglio (regolate la quantità a piacere di gusto)
– 60 g di pinoli
– olio evo a occhio (anche per regolare la densità del pesto)
– poco sale grosso

Preparazione

  1. Secondo la regola originale le foglie di basilico non vanno lavate con acqua, ma pulite con una pezza. Nel mio caso il terreno era abbondante per cui le ho lavate bene e poi asciugate con uno strofinaccio. Più sono piccole le foglie meglio è.
  2. Inserite tutti gli ingredienti nel mixer o nel frullatore (l’importante è che sia un contenitore stretto). Frullate il più rapiadamente possibile per non rovinare il basilico (metterlo a contatto con le lame di acciaio e surriscaldarlo lo rende più amaro e di colore scuro).
  3. Se andrete a consumare il pesto nel giro di 2-3 giorni mettetelo in un contenitore di vetro coprendolo di un sottile strato di olio e tappandolo. Se volete congelarlo (massimo 3-4 settimane in questo caso) inseritelo in un contenitore adatto a congelare, senza aggiungere olio e riponetelo in freezer.

pesto-fatto-in-casa-piatto

Come condire la pasta

Io utilizzo le linguine De Cecco che mantengono molto bene la cottura e contemporaneamente tirano il sugo rimanendo scivolose e senza gonfiarsi. Una volta cotte le linguine con poco sale, scolatele mantenendo mezzo bicchiere di acqua di cottura.

Ponete il pesto in una zuppiera, aggiungete la pasta e mantecate aggiungendo piano piano l’acqua di cottura che necessitate per raggiungere la giusta densità.

Le linguine al pesto sono ottime mangiate calde.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...